Laboratorio di Neurobiologia Cellulare | Fondazione Santa Lucia
FSL - Laboratorio Neurobiologia Cellulare

Laboratorio di Neurobiologia Cellulare

Ambiti di Ricerca 

Gli studi realizzati nel Laboratorio di Neurobiologia Cellulare utilizzano metodiche di biochimica, biologia molecolare, cellulare e test preclinici per studiare i fenomeni di neurodegenerazione e neuroinfiammazione che caratterizzano alcune patologie del sistema nervoso, quali ad esempio la sclerosi multipla (SM) e la sclerosi laterale amiotrofica (SLA). In particolare, anche attraverso un'analisi di tipo farmacologico e morfologico, studiamo due tipi di recettori, quelli per l’ATP extracellulare e quelli per l’istamina. 

Più nello specifico, cerchiamo di capire la catena di eventi che, a partire dall’attivazione o inibizione di questi stessi recettori, innesca la cosiddetta tempesta neuroinfiammatoria, la demielinizzazione delle fibre nervose e la perdita delle giunzioni neuromuscolari, fino a culminare nell’atrofia del muscolo e nella morte dei neuroni. In definitiva, lo scopo ultimo della nostra ricerca è quello di identificare alcuni modulatori di questi recettori che potranno essere utilizzati come farmaci efficaci a contrastare la progressione della sclerosi multipla e della SLA.

 

Recettori Purinergici: Funzione e Meccanismo d'Azione

L’attività di ricerca del Laboratorio si concentra sullo studio dei recettori purinergici (definiti ionotropici P2X e metabotropici P2Y). Questi recettori sono presenti sulla membrana di tutte le cellule e sono attivati da molecole quali ad esempio l’adenosina trifosfato (ATP), la molecola universale che fornisce energia per tutte le reazioni che avvengono all'interno di ogni cellula. Tuttavia, in seguito ad eventi che causano danno o morte cellulare, l’ATP intracellulare viene rilasciato in abbondanza negli spazi extracellulari e attiva a sua volte le cellule limitrofe, divenendo responsabile anche della comunicazione fra cellule. In particolare, nel nostro laboratorio studiamo le funzioni biologiche che vengono innescate dall’attivazione di questi recettori nelle cellule del sistema nervoso, ossia nei neuroni e nelle cellule gliali (oligodendrociti, astrociti e microglia). In modo analogo, la nostra attività di ricerca comprende anche lo studio dei recettori per l’istamina.

Brevetti 
  • Use of selected modulators of P2 purinoceptors for the prevention of damage and mortality caused by global cerebral ischemia and ischemia reperfusion. PCT/EP99/08999
  • Use of agonists or antagonists of P2 purinoceptors for the prevention of glutamate-evoked cytotoxicity. PCT/EP96/03254
Collaborazioni 
  • Axxam S.p.A., Openzone - Bresso, Milano
  • Orion Pharma, Espoo, Finland
  • Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri, IRCCS, Milano
  • Istituto di Farmacologia Traslazionale, Istituto di Scienze e Tecnologie Chimiche, Consiglio Nazionale delle Ricerche, Roma
  • Dipartimento di Biologia e Biotecnologie Charles Darwin, Sapienza Università di Roma
  • Dipartimento di Neurologia, Università degli Studi di Roma Tor Vergata, Roma
  • Dipartimento di Scienze, Università degli Studi Roma Tre, Roma
  • Dipartimento Scienze Motorie, Umane e della Salute, Università degli Studi di Roma Foro Italico
  • Università Cattolica Del Sacro Cuore/Fondazione Policlinico Agostino Gemelli, Roma
  • Fondazione EBRI Rita Levi Montalcini, Roma
  • Istituto Superiore di Sanità, Roma
Progetti Attivi 

Laboratorio di Neurobiologia Cellulare

Via del Fosso di Fiorano, 64 – 00143 Roma

Centro Europeo di Ricerca sul Cervello (CERC) - Piano 1 - Stanza 111