Sclerosi Multipla, finanziamento Fondazione Baroni alla ricerca Santa Lucia | Fondazione Santa Lucia

Sclerosi Multipla, finanziamento Fondazione Baroni alla ricerca Santa Lucia

L'equipe del Prof. Ugo Nocentini tra i vincitori del Bando per la Ricerca Scientifica 2019

Trattare insieme disabilità neuromotorie e neurocognitive nei pazienti con Sclerosi Multipla, attraverso un innovativo metodo dual-task.

È il focus del progetto di ricerca dell’equipe guidata dal Professor Ugo Nocentini, neurologo e direttore dell’Unità Operativa Neuroriabilitazione 3 della Fondazione Santa Lucia, che si è aggiudicato il finanziamento erogato dalla Fondazione G.B. Baroni di Roma, nell’ambito del Bando Ricerca Scientifica 2019.

La Fondazione Baroni è un ente filantropico nato grazie alla generosità di Giovan Battista Baroni, ufficiale dell’Esercito, che nel 1971 dispose per volontà testamentaria che il proprio patrimonio fosse destinato ad opere benefiche a favore di soggetti motulesi, neurolesi e neuromotulesi.

In oltre quarant’anni di attività, ha destinato circa 7 milioni di euro ad iniziative benefiche sul territorio di Roma, contribuendo a sviluppare numerosi progetti di solidarietà e sostenendo realtà attive nel mondo della disabilità.

Nel 2019, la Fondazione Baroni ha promosso quattro bandi, destinati al territorio di Roma e del Lazio, a sostegno di progetti volti a favorire l’inclusione sociale e l’autonomia delle persone con disabilità, e sostenere l’attività scientifica nel campo delle neuroscienze.

In quest’ultimo settore, lo stanziamento della Fondazione Baroni era destinato ai migliori progetti di ricerca scientifica rivolti alla definizione di nuove metodologie di riabilitazione nei soggetti colpiti da lesione motoria o neuromotoria. Proprio a questo obiettivo afferisce il progetto di ricerca sulla Sclerosi Multipla della Fondazione Santa Lucia.

Come spiega lo stesso Prof. Nocentini: “Il protocollo, della durata di 18 mesi, consentirà di valutare simultaneamente equilibrio e funzioni attentive nelle persone affette dalla patologia, attraverso un training combinato che rappresenta un’innovazione assoluta. Ci aspettiamo - prosegue il Neurologo - che questo tipo di approccio generi un miglioramento nella capacità funzionali dei pazienti, in tempi più brevi e, di conseguenza, con costi minori rispetto alla tradizionale applicazione di terapie separate”.

Alla cerimonia di assegnazione dei bandi, ospitata il 4 febbraio dal Circolo Canottieri Aniene di Roma alla presenza del Presidente Massimo Fabbricini, hanno partecipato il Presidente della Fondazione Baroni Giuseppe Signoriello e i consiglieri Claudio Campolieti, Alessandro Moretti, Augusto Panà, Marcello Panà.

La Fondazione Santa Lucia IRCCS è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) specializzato nel settore delle neuroscienze. È dotata di un ospedale di neuroriabilitazione di alta specialità con 325 posti letto in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale. Conta inoltre 60 laboratori di ricerca, attivi presso il proprio Centro Europeo di Ricerca sul Cervello (CERC) e all’interno della struttura ospedaliera.

Scopri come sostenere la nostra ricerca