Riabilitazione dell’Eminattenzione

SSD: MED/50

CFU: 1

Docente: Dott.ssa Luisa Magnotti

Frequenza: Obbligatoria.

Obiettivi:  Conoscere ed interpretare correttamente i test diagnostici per l’eminattenzione. Elaborare un progetto riabilitativo. Saper accogliere i familiari dei pazienti eminattenti per fornire loro spiegazioni sul disturbo e coinvolgerli nel progetto riabilitativo.

Didattica: Lezione frontale, lavoro di gruppo.

Esame: Attestato di profitto derivante da esame individuale.

Ore: 8 in aula; 17 di studio personale.

Programma:

  • Presentazione degli strumenti diagnostici per valutare la presenza e il livello di gravità dell’eminattenzione:
  • prove di screening e di approfondimento diagnostico
  • prove funzionali
  • questionari sulla consapevolezza e sulle ricadute ecologico-funzionali del deficit sull’autonomia
  • Descrizione degli approcci riabilitativi per del disturbo eminattentivo
  • training riabilitativo con approccio visuo-esplorativo (materiale, modalità di somministrazione, sollecitazioni, durata dell’intervento)
  • coinvolgimento dei familiari del paziente eminattento nel progetto riabilitativo
  • indicazioni su attività ecologiche utili a favorire il consolidamento e la generalizzazione delle strategie di compenso
  • efficacia di approcci riabilitativi alternativi utilizzati per l’eminattenzione (adattamento prismatico, stimolazione calorico-vestibolare, stimolazione optocinetica, stimolazione elettrica transcutanea

Testi:

  • Pizzamiglio L., Antonucci G., Guariglia C., Judica A., Montenero P., Razzano C., Zoccolotti P., La rieducazione dell’eminattenzione spaziale, Masson, 1990
  • Ladavas E., Serino A., Bottini G., Beschin N., Mignotti L. in: Vallar G., Cantagallo A., Cappa S., Zoccolotti P., Riabilitazione dell’eminattenzione spaziale unilaterale o neglect
  • La riabilitazione neuropsicologica. Un’analisi basata sul metodo evidence-based medicine, Springer, 2012